Area Veneziana Yacht Charters

Take Me Back

 

Italia

Il paese italiano è una repubblica parlamentare e fa parte dell’Unione europea. I visitatori godranno del passaggio gratuito in tutta Europa in quanto è anche parte dell’accordo sul visto di Schengen.

Situato nel centro della mediterraneo Mare, L’Italia condivide le frontiere terrestri aperte con molti paesi inclusi Francia, Svizzera e Austria. Anche paesi meno conosciuti come la Slovenia, San Marino e la Città del Vaticano hanno confini con questo spettacolare paese. La massa continentale italiana copre un’area di 301.338 chilometri e ha un clima mediterraneo temperato ma stagionale. Con circa 61 milioni di abitanti, è il quarto paese più popoloso dell’Unione Europea.



Situata principalmente sulle vie navigabili interne di Venezia, l’area veneziana copre fiumi, laghi e corsi d’acqua nella parte nord-orientale di questo affascinante paese.

Storia

Sin dai tempi antichi, antichi Fenici, Cartaginesi e Greci stabilirono insediamenti nel sud dell’Italia, con Etruschi e Celti che abitavano il centro e il nord. Antiche tribù italiane e popoli italici dispersi nella penisola e nelle campagne. La tribù italica era conosciuta come quella dei latini. Formarono la loro tribù dal Regno Romano, che alla fine divenne una repubblica, conquistando i suoi vicini.

impero romano

Alla fine, l’Impero Romano sarebbe emerso come potenza dominante nel bacino del Mediterraneo. L’Italia divenne quindi il principale centro culturale e religioso della civiltà moderna e occidentale. L’eredità creata dall’Impero Romano è molto diffusa. Questo può essere osservato nella distribuzione globale del diritto privato, dei governi, del cristianesimo e delle scritture latine.

Alto Medioevo

Durante l’Alto Medioevo, l’Italia subì un collasso sociale e politico a causa di una disastrosa invasione barbarica. Tuttavia, nell’XI secolo, le città-stato e le repubbliche marittime rivali, generalmente nelle regioni settentrionali e centrali, raggiunsero una grande prosperità a causa della navigazione, del commercio e delle banche.

Democrazia

I primi anni in Italia hanno gettato le basi per il capitalismo moderno. Gli stati indipendenti, che agiscono come i principali centri commerciali delle spezie in Europa con l’Asia, hanno spesso goduto di un notevole grado di democrazia. Allo stesso tempo, le monarchie feudali più grandi si stavano consolidando in tutta Europa. Il paese era ancora un po ‘indietro rispetto alla qualità della vita vissuta dagli italiani in quel momento. Il Rinascimento al regime nel paese si diffuse rapidamente nel resto d’Europa. Ciò ha portato un rinnovato interesse per l’umanesimo, l’esplorazione, la scienza e l’arte. La cultura italiana fiorì durante questo periodo. Ha prodotto alcuni studiosi e artisti di fama mondiale come Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, Galileo e Machiavelli.

Fin dal Medioevo, gli esploratori italiani, tra cui Cristoforo Colombo e Marco Polo, scoprirono nuove rotte verso l’Estremo Oriente e il resto del mondo. Di conseguenza, questo è servito a inaugurare l ‘”età della scoperta”. Come risultato delle esplorazioni, la potenza commerciale dell’Italia diminuì con l’apertura delle rotte commerciali, che aggiravano il Mediterraneo.

Con il costante impegno in battaglia e la sanguinosa guerra delle guerre italiane del XV e XVI secolo, il paese si esaurì. L’Italia fu presto vittima della conquista da parte di paesi europei come Francia, Spagna e Austria.

Durante il XIX secolo, un movimento in ascesa a sostegno del nazionalismo italiano creò un periodo di sconvolgimenti politici rivoluzionari. Dopo secoli di dominazione straniera, l’Italia fu quasi interamente unificata nel 1871.

Dal XIX secolo all’inizio del XX

Dalla fine del XIX secolo all’inizio del XX secolo, il Regno d’Italia è cresciuto rapidamente. Questa crescita ha lasciato il Sud Italia per lo più impoverito ed escluso dalla produzione. Nonostante sia stata vittoriosa nella prima guerra mondiale, l’Italia entrò successivamente in un periodo di crisi economica. Questo tumulto portò all’inizio di una dittatura fascista nel 1922. La partecipazione alla seconda guerra mondiale da parte tedesca si concluse con la sconfitta militare, la distruzione economica e la guerra civile italiana.

55 siti del patrimonio mondiale

Dopo la liberazione dell’Italia e l’ascesa della Resistenza, il paese abolì la monarchia e ripristinò la democrazia. La nazione ha goduto di un prolungato boom economico nonostante i periodi di turbolenze sociali. L’Italia ha un’economia avanzata. Ha un altissimo livello di sviluppo umano ed è tra i primi paesi per aspettativa di vita. Come riflesso della sua favolosa ricchezza culturale, l’Italia ospita 55 spettacolari siti del patrimonio mondiale.